Cooperazione sociale, dalla Turchia per studiare il modello emiliano romagnolo

Cooperazione sociale, dalla Turchia per studiare il modello emiliano romagnolo

martedì 15 giugno 2021

Al via progetto sostenuto dall'Unione Europea che favorirà lo scambio di buone prassi

Cooperazione sociale, dalla Turchia per studiare il modello emiliano romagnolo

La cooperazione sociale turca a lezione dal modello emiliano romagnolo. Dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia ha preso il via il progetto europeo "Excellence Platform for Social Cooperative Development" (Una Piattaforma di eccellenza per le Cooperative Sociali), che avrà una durata di 15 mesi. Si tratta della naturale continuazione del precedente Programma di Sviluppo delle Cooperative Sociali (SCDP), co-finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del “Civil Society Dialogue Programme” tra Europa e Turchia (Strumento di Pre-adesione IPA).

 

L’obbiettivo principale del progetto è quello di sviluppare un meccanismo sostenibile di dialogo tra le cooperative sociali e le organizzazioni del Terzo Settore presenti in Turchia, in uno scambio di conoscenze e buone pratiche con il sistema di cooperative sociali di Confcooperative Federsolidarietà Emilia Romagna.

Gli obiettivi specifici sono:

  • sviluppare capacità di costruzione di servizi di rete e di networking per le cooperative sociali in Turchia;
  • sviluppare forme di comunicazione e collaborazione sostenibili per rafforzare i legami tra le cooperative sociali in Turchia;
  • esaminare il modello italiano della cooperazione sociale dal punto di vista legislativo, organizzativo e di pratiche concrete.

L’organizzazione turca “Needs Map è capofila e beneficiario della sovvenzione; Confcooperative Emilia Romagna co-beneficiario e STGM (Centro per lo Sviluppo della Società Civile in Turchia) partner associato.

 

Il progetto vedrà la partecipazione di esperti e funzionari di Confcooperative Emilia Romagna che supporteranno i partner turchi nel predisporre strumenti didattici e momenti di formazione specifica per le cooperative ed i cooperatori sociali turchi.

 

Una delegazione di rappresentanti della società civile e delle cooperative sociali turche farà poi visita in Emilia-Romagna per approfondire e studiare il nostro modello di cooperazione sociale.

Successivamente, una delegazione di cooperatori sociali emiliano-romagnoli parteciperà a momenti di formazione e seminari pubblici di promozione del modello di cooperazione sociale in Turchia.

Il progetto prevede anche lo sviluppo di una piattaforma tecnologica che permetterà lo scambio di informazioni e buone pratiche di cooperazione sociale fra Italia e Turchia che ci auguriamo possa essere occasione di sviluppo di nuove relazioni ed opportunità di collaborazione ulteriore anche al termine del progetto.

  Francesco Agresti

Riproduzione riservata ©
316

Confederazione

Territorio

Federazioni