Emil Banca, sei mesi da record: crescono impieghi, utile, clienti e soci

Emil Banca, sei mesi da record: crescono impieghi, utile, clienti e soci

venerdì 5 agosto 2022

I primi sei mesi del 2022 chiusi con un utile superiore ai 20 milioni di euro, cresciuto di circa il 70% rispetto a quello ottenuto nello stesso periodo del 2021

Emil Banca, sei mesi da record: crescono impieghi, utile, clienti e soci

È una semestrale record quella registrata da Emil Banca, la banca di credito cooperativo presente anche a Modena e provincia. I primi sei mesi del 2022 si sono chiusi con un utile superiore ai 20 milioni di euro, cresciuto di circa il 70% rispetto a quello ottenuto nei primi sei mesi del 2021.

Ottimi anche gli indicatori di solidità della banca aderente al gruppo BCC Iccrea, con il rapporto tra sofferenze nette e impegni netti sceso fino allo 0,10 %, mentre la copertura delle sofferenze è salita a oltre l’80%.

Al 30 giugno 2022 gli impieghi hanno superato i 3,8 miliardi di euro, segnando + 2,72% sul dato di fine 2021 e +17,17% sulla semestrale dello scorso anno. La raccolta totale ammontava, invece, a 6,5 miliardi di euro (+ 5% rispetto al 30 giugno 2021).

A spingere gli impieghi sono stati soprattutto i mutui erogati, sia a privati (i mutui casa sono saliti del 20%) che a imprese (+10,7% sulla scorsa semestrale).

Sono più di 6 mila i nuovi clienti entrati nei primi sei mesi dell’anno, che portano il totale dei clienti di Emil Banca a oltre 182 mila (+1,34% su fine anno). Sono circa 2.200, invece, i nuovi soci, il cui totale sta per superare la soglia delle 54 mila unità.

«Emil Banca è una banca di cui andare orgogliosi, che attira soci e clienti grazie a una solida reputazione di istituto attento alle famiglie e all’economia reale – dichiara il direttore generale di Emil Banca Daniele Ravaglia - Che conosce, vive e sostiene le comunità in cui è presente e di cui è motore di uno sviluppo sostenibile. Anche in seguito all’approvazione del nostro primo piano triennale di sostenibilità abbiamo puntato molto sulla consulenza e sull’aiutare famiglie e imprese nel processo di transizione verso i temi dell’Agenda 2030.

I risultati di questi sei mesi dimostrano che la strada intrapresa è quella giusta e che la sostenibilità, se spiegata e garantita a tutti, è un'opportunità e non un ostacolo per la crescita economica del territorio».

  Laura Viviani

Riproduzione riservata ©
23

Federazioni