Confcooperative Federsolidarietà Piemonte: Enrico Pesce riconfermato alla guida

Confcooperative Federsolidarietà Piemonte: Enrico Pesce riconfermato alla guida

lunedì 16 maggio 2022

Giovani e una nuova comunità i temi al centro dell’assemblea

Confcooperative Federsolidarietà Piemonte:  Enrico Pesce riconfermato alla guida

Presso la splendida cornice del Castello di Grinzane Cavour,  si è svolta l’Assemblea di Confcooperative Federsolidarietà Piemonte. Nel corso dell’incontro è stato confermato l’attuale Presidente della federazione Enrico Pesce che, affiancato dal rinnovato Consiglio di Presidenza, porterà avanti il percorso e il lavoro svolti fino ad ora.

La mattinata è stata occasione per ribadire l’importanza della collaborazione tra le cooperative sociali presenti sul territorio e sostenere la necessità di alzare la testa di fronte alle sfide che attendono la Federazione. Se la cooperazione sociale ha infatti radici profonde e una storia importante in Piemonte, è arrivato il momento di portare nuove visioni, come sottolineato nel corso del confronto.

Cambiare il sistema, mirando a un’utopia possibile e non dimenticando il proprio passato. A ribadire la continuità con la storia della Federazione, durante l’Assemblea sono stati esposti dei pannelli con splendide fotografie realizzate per i 30 anni della legge nazionale 381/91. Un modo per raccontare, anche se in piccola parte, quello che i protagonisti della cooperazione sociale realizzano tutti giorni.

“Arriviamo a questa assemblea dopo un intenso percorso di incontri e di confronto con le cooperative nei diversi territori che ci ha visto riflettere sulla nostra federazione e più in generale sul futuro delle cooperative sociali”, ha sottolineato il presidente Enrico Pesce, sottolineando l’impegno e la voglia di crescere delle cooperative territoriali e l’importanza della collaborazione tra di esse – “L’assemblea non è solo un momento formale di rielezione degli organi regionali ma anche un importante momento di riflessione strategica sul ruolo di imprese cooperative sociali. L’assemblea dev’essere il punto d’incontro per i cooperatori per riflettere sul tema dei giovani e della comunità”.

Quest’anno alla realizzazione e organizzazione dell’Assemblea hanno partecipato per volere del Presidente stesso e di tutto il Consiglio di presidenza anche i giovani cooperatori, provenienti dalle cooperative del territorio. Un gruppo di ragazze e ragazzi che ha avuto un ruolo da protagonista nello svolgimento dell’incontro e che veicola un messaggio forte e importante per il futuro.

Stefano Granata, Presidente Nazionale di Confcooperative Federsolidarietà, attraverso le sue parole ha sottolineato che: “Sono lieto di vedere l’energia con cui le nostre cooperative prendono parte a questi momenti assembleare, ma fa ancora più piacere constatare la partecipazione e il coinvolgimento delle nuove generazioni che si affacciano al mondo delle cooperative: è questo l’elemento su cui dovremo investire per il futuro. La cooperazione sociale è assolutamente consapevole di quanto sia essenziale la sua funzione a sostegno del welfare del nostro Paese, quanto cosciente della propria potenzialità per divenire forza economica emergente per uno sviluppo reale e sostenibile delle nostre comunità. I fattori abilitanti non possono che essere l’innovazione e un’apertura decisa alle nuove generazioni”.

Ospite e relatore nel corso dell’Assemblea, Paolo Venturi, direttore AICCON, nel suo intervento ha sostenuto che ”il contributo peculiare della cooperazione sociale sta nel trasformare il contesto e rispondere ai bisogni includendo una prospettiva che necessita di aspirazioni, propensione al rischio e al contributo attivo della comunità. In questi tempi incerti la missione dell'impresa sociale diventa ancor più rilevante e consiste nel costruire soluzioni e alleanze territoriali capaci di  mutualizzare e creare legami”

  Alessandra Fabri

Riproduzione riservata ©
76

Federazioni